Maria Luisa Onorati
Home
Sculture
Quadri
Mostre
Contatti

 

La creatività artistica dell'uomo è il percorso a ritroso per rilevare e rivelare imperfettamente la genesi della Creazione. Ma sempre genesi è. Non tanto per la risultanza perfettibile, quanto perché rimanda al 'fiat lumen'. Ed ebbe a dire il massimo genio rinascimentale: l'immagine è nel marmo informe, basta traila. Così il pittore, lo scultore, il poeta, il musicista contemporaneo, a dimensione diversa, si sforza di corporeizzare e visualizzare ciò ch'entro e fuori urge. Senza ombra di dubbio, l'artista perugina che non disdegna anche la essenzialità materica di una scultura moderna dai tagli velatamente astratti, ma che offrono uno spaccato di grande effetto, rende le sue costruzioni pittoriche per il tramite di una distribuzione coloristica fortemente esplosiva che smisura una pittura passionale. La Onorati che è distinta e distante dalle stucchevoli soluzioni paesaggistiche passatiste e oleografiche. Pittura vigorosa, pregna di significanze emotive...

Giovanni Zavarella


"L’artista è un profeta che riesce ad anticipare la vita spirituale del futuro [...]. L’artista lui stesso è diventato un dio".
Così Kandinsky profetizzava quell'era dello spirituale dove l'opera d'arte deve essere valutata non secondo una qualsiasi estetica ma secondo l'effetto interiore, dove l'anima dell'artista vibra al vento leggero di quello spirito che inonda la natura; così Kandinsky immaginava l'artista del futuro; così oggi è diventato l'artista e gli artisti che presentano queste opere che, immerse nel mondo naturale che le circonda, giacciono come tante divinità all'ascolto e alla partecipazione 'dello spirito della natura stessa.

Anna Pelliccia


La perugina Maria Luisa Onorati vanta una preparazione solida,tradottasi in un "cursus honorum"creativo di assoluta qualità. Anche perché il suo stigma rigoroso di artista poliedrica le consente di cimentarsi su numerosi versanti:dalla pittura,alla scultura, dalla grafica alla fotografia. Con risultanze d'eccellenza. E,soprattutto,mediante l'uso di linguaggi originali,contraddistinti da una costante ricerca intorno alle tecniche e ai materiali. Perché,pur essendosi formata attraverso un percorso strutturale (prima l'Istituto d'Arte e poi l'Accademia Pietro Vannucci di Perugia), Maria Luisa detesta la ripetitività e la "scuola",intesa come stanca iterazione di stilemi usurati. Maria Luisa Onorati è presente in collezioni e musei italiani e stranieri. Ma anche nel territorio ha lasciato una significativa impronta della propria produzione…… .............Oltre alla rivendicazione "donnista"più che femminista,della dignità di un ruolo e di un'identità ancora soggetti a discriminazioni di genere…… ….le sculture in refrattario in cui l'immagine stilizzata della donna viene evocata attraverso Forme geometriche avvolgenti. Una nuova frontiera,estetica e concettuale,dell'arte declinata Al femminile….

Sandro Allegrini


…E' tutto un fluire,l'istinto detta sicuro e la mano corre libera a significare:non ci sono inciampi,i desideri trovano il ritmo nelle campiture,nei colpi di spatola,nella resa di oli,acrilici e pastelli. Si manifesta così,di lavoro in lavoro,il mondo dell'artista,che viene fuori davanti a un foglio bianco quando il primo segno,il primo ghiribizzo,evoca un pensiero,apre ad una confessione e,via via,sotto la pennellata trasparente lascia intravedere un nudo al di là della morale,innocente,……………..

Leonardo Angelici